Ci troviamo a Caldaro, in Alto Adige, una terra di vigneti, boschi e campi di frutta, circondata da montagne e costellata di laghi. Qui sentirete parlare tedesco e apprezzerete l’ordine e la cura dei dettagli. Noi ci siamo stati in aprile, per una gita di famiglia: sicuramente la stagione ideale per un soggiorno da queste parti. Anzi, lo ricorderemo come il week end di Aprile più caldo di sempre, dove il termometro ha raggiunto una punta di 31 gradi.

Perchè Caldaro sulla strada del vino

Abbiamo scelto Caldaro soprattutto perché si trova sulla Strada del vino, una delle aree vinicole più importanti dell’Alto Adige. Caldaro è logisticamente comoda perché è situata a breve distanza dall’uscita autostradale di Egna-Ora e, la presenza del lago, ne aumenta l’attrattività. Ma la Strada del Vino è molto più articolata e, volendo organizzare un tour più completo, consiglio di dare un’occhiata al sito SudTiroler che racconta gli itinerari da costruire passando per i borghi.

Ma se avete un solo week end a disposizione, Caldaro è un ottimo compromesso per iniziare a esplorare questi luoghi. Di seguito trovate una lista di cose da fare insieme ai vostri bambini in un wwek end a Caldaro.

Quattro cose da fare a Caldaro sulla strada del vino (che abbiamo fatto)

1. Noleggiare una bici e fare il giro del lago di Caldaro

Fare un giro in bicicletta in mezzo ai vigneti e attraversando i sentieri che costeggiano l’omonimo lago è un’attività che metterei al primo posto della TO DO List se decidete di passare di qui. In tutto l’arco alpino questo lago è quello a temperatura più elevata ed è per questo che qui sorgono molti servizi per la balneazione e per gli sport acquatici.

Il paesaggio in riva al lago è arricchito dalla presenza della rovina di Castelchiaro (Leuchtenburg, in tedesco), che si affaccia sulla collina di fronte ed è diventato il simbolo di queste zone.

L’e-bike è di gran moda in questi luoghi e ha reso il ciclismo accessibile anche ai più pigri. Basta premere il turbo e la bici macinerà salite senza costarvi troppa fatica. Del resto non ci troviamo ad altitudini elevate. Per i bimbi testate i rimorchi da attaccare al retro della bicicletta.

I bimbi saranno comodi e super contenti di vivere questa emozione trainati da mamma o papà. Il noleggio delle bici può essere fatto anche in hotel ma fatevi fare prima un preventivo. Da Caldaro a Bolzano ci sono circa 40 kilometri di ciclabile che terminano proprio al Ponte Talvera. Avendo i bimbi nel carrellino con un livello di autonomia non prevedibile, abbiamo preferito rimanere in zona, circumnavigando il lago e addentrandoci nelle stradine in mezzo ai frutteti e fermandoci a pranzo al lido del lago. Il giro del lago è un’esperienza molto significativa anche al mattino a presto, a piedi. Il sentiero è molto sicuro e percorso alle 7 del mattino è ancora deserto. Se siete mattinieri, non perdetevi l’occasione!

Riva Lago di Caldaro

2. Visitare Caldaro

Caldaro (Kaltern) è davvero un bel paesino di montagna anche se si trova ad appena 425 metri sul livello del mare. E’ una piccola Bolzano. Arrivate in centro con la bici, prendete uno spritz nella piazza del mercato, che, se la giornata è soleggiata, troverete gremita di gente.

Ogni martedì c’è il mercato contadino e sul corso principale incrocerete anche il Museo Provinciale del Vino dell’Alto Adige che espone vecchie botti decorate e attrezzi dell’agricoltura tradizionale. A Caldaro ci sono anche molti negozietti che invogliano allo shopping, quello di Salewa ha colpito anche me. Solo fate attenzione all’estate se volete passare di qui perché, un po’ come a Bolzano, le temperature potrebbero essere infuocate.

3. Provare l’accoglienza locale

Il soggiorno in hotel in Trentino è sempre una bella esperienza, soprattutto con bambini. Noi abbiamo scelto un hotel a gestione famigliare, il Coccolo Hotel, come recita il loro sito, ed è proprio così. Un hotel accogliente con alcuni plus indiscutibili: un ristorante di alto livello e una cantina proprietaria che produce ben 17 etichette. Seeperle, l’hotel appunto, ce lo ricorderemo a lungo soprattutto per come abbiamo mangiato bene.

Se decidete di venire qui, anche solo per cena, non aspettatevi di trovare piatti tipici tirolesi. Arthur cucina in modo ricercato e moderno e fa una pasta al ragù bolognese che supera di gran lunga quelle autoctone. A Seeperle troverete anche un piccolo parco giochi per bambini e una piscina esterna che si affaccia sul loro bosco di viti. Si tratta di una locanda lungo la Strada del Vino, luogo di incontro anche per la gente del posto. A Seeperle “ospiti e abitanti”, come recita il loro sito, “si incontrano e diventano amici”. Davanti a una birra e a una sigaretta, aggiungo io. Infatti qui tutti bevono sin dal mattino e fumano, tanto! Ma è la convivialità alto-atesina quella che si percepisce meglio.

4. Passeggiare tra i boschi dei laghi di Monticolo

Siamo ad Appiano, non lontano dal Lago di Caldaro che si può raggiungere anche in bicicletta percorrendo la Valle della Primavera. Qui sorgono due laghi, il lago piccolo e il lago grande di Monticolo, che si trovano in zona protetta e sono circondati da un bellissimo bosco.

Fermatevi al parcheggio adiacente al lago grande e fate un giro ad anello nel sentiero in mezzo al bosco. Sarà una passeggiata piacevole e potrete mangiare qualcosa in uno dei locali a fianco al parcheggio. In primavera, qui, è ancora molto vivibile. In estate potrebbe essere super affollato. Quindi approfittate della primavera!

Due cose da fare a Caldaro sulla strada del vino (che lasciamo per la prossima volta)

In questa breve visita di Caldaro non abbiamo fatto le due cose principali da fare, forse, se si decide di venire in vacanza qui e cioè:

  1. Visitare una cantina della zona: a poche centinaia di metri da noi c’era Elena Walch e la Cantina Kaltern ad esempio. Ci dovremo tornare di sicuro!

  1. Prendere la Funicolare della Mendola, una delle più ripide d’Europa, che parte da Sant’Antonio, frazione di Caldaro, a 514 m di altezza e arriva a 850 m in 12 minuti. Dicono che il panorama sulla valle dell’Adige sia molto bello. A nostro discapito posso dire che abbiamo provato ad andarci, ma il navigatore ci ha completamente deviato fuori strada. Non cercate Funicolare della Mendola, finirete in mezzo a un bosco, ma “Funicolare Sant’Antonio – Mendola” in Via Sant’Antonio 1 a Caldaro. E venite presto al mattino, noi quando abbiamo trovato la destinazione abbiamo dovuto desistere per l’impossibilità di trovare parcheggio :(

Dove dormire sul Lago di Caldaro

Noi abbiamo scelto Seeperle, di cui ho parlato nel punto 3 sopra. Siamo stati molto bene anche se, una piccola pecca di questo hotel è che si trova proprio sul ciglio di una strada molto trafficata. Se volete stare in pace, cercate un hotel riva lago, ce ne sono tanti. Se il vostro portafoglio invece è un pochino più gonfio, prenotate un soggiorno luxury presso l’Hotel Thalhof am See o presso il Seeleiten Lake Spa. Erano a fianco al nostro e promettevano decisamente bene!

Hotel Seeperle

Se state però cercando una meta estiva per trascorrere del tempo di qualità con i vostri bambini, vi consiglio di considerare la Val di Fiemme di cui ho scritto qui: Val di Fiemme: 10 cose da fare con bambini piccoli

Vuoi condividere l'articolo?

Ti potrebbe piacere: