Se passate in Romagna e volete fare un’esperienza enoturistica che accontenti tutti i sensi, non perdetevi una visita a Tenuta Mara di S.Clemente (RN) e fermatevi a cena. Si tratta di un’azienda vinicola biodinamica che ospita un relais con camere e ristorante affacciati su 7 ettari di vigna. Non è un’azienda standard ma un museo d’arte e di sapori.

Tenuta Mara è nata dall’idea di Giordano Emendatori, uno degli imprenditori più importanti del territorio, che dopo aver ceduto la sua azienda (Mec 3) si è dedicato alle sue tre passioni principali: vino, arte, musica e le ha concentrate in questo luogo unico nel suo genere che ha dedicato alla sua famiglia. In particolare, il nome della Tenuta, le etichette del vino e le vigne, prendono i nomi di moglie, figlia e nipoti dell’imprenditore.

Siamo stati accompagnati da un tour della cantina e poi a cena dalla gentilissima Amanda. Con noi anche i nostri bimbi di 3 anni e 2 mesi… questa è stata la prima visita di Vittoria in cantina.

Arte

Già dall’ingresso, Tenuta Mara, sembra un museo en plen air. All’entrata il famoso arco della rotonda della Besana di Mauro Staccioli (etichetta del Maramia), per poi seguire con un’opera di Giò Pomodoro “Hermes conduce il sole”e poi altre ancora collocate qua e là lungo i filari e all’interno della tenuta.

Opere d’arte in vigna

Una collezione di originalità estrema, anche negli arredi e nelle opere d’arte che, oltre alla vigna, adornano muri e pareti. Tra gli altri ci sono anche diversi affreschi di Eron, artista autoctono nonché uno dei più noti esponenti del graffitismo italiano.

Opera di Eron all’interno della Tenuta

Dalla Stanza della Musica si accede alla cantina e in primo luogo alla Tinaia, sicuramente la più particolare che abbiamo visitato. Le botti, infatti, sono dipinte a mano da artisti diversi, come Drudi a Eron.

La Tinaia

Musica

Tra le vigne è installato un impianto della Bose che a ogni ora del giorno e della notte trasmette le note di Mozart. La musica arriva fino alla cantina, dove risuonano i canti gregoriani.

La vigna di Tenuta Mara

La splendida Sala della Musica, di cui ho accennato sopra e da cui si scorge un panorama a 360 gradi sulla vigna, è arredata da opere d’arte e da un pianoforte Fazioli, proprio al centro, che come ci racconta Amanda, suona da solo.

Da qui si accede al“Tempio del vino”, un luogo di meditazione, più che una cantina dove fermenta il sangiovese.

Tempio del Vino

Vino

Alla Tenuta attualmente si produce solo il Sangiovese con metodo “biodinamico” e tre etichette dedicate a Mara e Guiry, rispettivamente la moglie e la figlia di Emendatori. Le tre tipologie sono acquistabili dallo shop on line o in cantina. Noi abbiamo provato il Maramia 2017 e il Guiry 2020 durante la cena al relais che ha seguito il tour in cantina.

Siamo tornati a casa con sei bottiglie di Maramia, uno dei migliori sangiovesi mai provati fino a questo momento. Sul sito, che è fatto molto bene, trovate tutti gli approfondimenti.

🍷 Per le caratteristiche tecniche >> Maramia

🍷 Per le caratteristiche tecniche >> Guiry

🍷 Per le caratteristiche tecniche >> Maramato

Se state cercando un’altra cantina molto valida per provare un’eccezionale Sangiovese, non perdetevi la Fattoria Nicolucci di Predappio (FC) di cui ho parlato qui

Prenotare una degustazione o una cena

ORARI VISITE:  Martedì – Giovedì – Sabato/Domenica ore 11.00 su prenotazione almeno 48h prima. Consigliamo di chiamare telefonicamente.

Esistono diverse proposte. Noi abbiamo acquistato, per € 50,00 a persona (vino escluso) la visita alla cantina seguita dalla cena con menù degustazione di 4 portate (antipasto, primo, secondo e dessert). Abbiamo cenato veramente bene!

Antipasto (uovo, zucchine fritte e pane croccante)
Vuoi condividere l'articolo?

Ti potrebbe piacere: