In questo articolo troverete informazioni sulla città di origini medievali che sorge sul fiume Rodano e i nostri consigli su cosa fare in un giorno ad Avignone. Dal 1995 Avignone è Patrimonio Unesco ed è famosa per essere stata la città dei sette papi che, nel corso del XIV secolo (dal 1309 al 1377), lasciarono Roma per trasferire la loro corte qui in Provenza, nel Sud della Francia. La visita di questa città è una tappa consigliata per il tour della Provenza che state organizzando. Noi l’abbiamo inserita nel nostro viaggio di 7 giorni con i nostri bambini di cui abbiamo parlato in questo articolo.

Hotel de Ville (Comune) – Avignone

All’interno delle mura medievali lunghe 4 km che ancora circondano con imponenza il centro storico, sorgono strade lastricate (come non ne abbiamo viste in Provenza), diverse piazzette e palazzi storici trasformati in hotel di charme o musei. Vi consiglio di prendervela con calma e dedicare ad Avignone un’intera giornata iniziando dal Palazzo dei Papi, l’attrazione principale della città.

Palazzo dei Papi di Avignone

Palazzo dei Papi

La nostra visita di Avignone è durata circa 7 ore e ci siamo dedicati principalmente alla visita del Palazzo dei Papi, che, con la sua imponenza, domina il panorama sul fiume Rodano.

Palazzo dei Papi visto dal lungofiume

Sicuramente con la scelta di entrate nel palazzo abbiamo sfidato la pazienza dei nostri bambini (quattro anni e un anno): sono ancora troppo piccoli per apprezzare l’hystopad, il dispositivo che consegnano all’ingresso che riproduce l’allestimento d’epoca nelle numerose stanze di questo palazzo oggi alquanto “spoglio”.

Palazzo dei papi – interno

Visitando le stanze del palazzo, rimarrete forse come noi un po’ amareggiati dal constatare il livello di opulenza che si celava all’interno della corte papale: le ricche e affrescate stanze delle udienze si alternano a quelle dei banchetti: una specie di schiaffo alla miseria del tempo.

interno di Palazzo dei Papi
Palazzo dei papi – interno

Importantissimo in questo caso prenotare la visita sul sito del Palazzo, eviterete le code. Ci sono diversi biglietti combinati che consentono di accedere anche ai giardini e al Ponte Saint-Bénézet, un tempo l’unico ponte sul Rodano. Il palazzo in agosto è affollatissimo, quindi alzatevi presto e arrivate prima delle 10. C’è un comodissimo parcheggio sotto al Palazzo. Caro ma comodo!

Ponte Saint Bènèzet

Noto anche come “Ponte di Avignone”, il Saint Bènèzet è famoso per essere troncato a metà, terminando nel mezzo del fiume Rodano.

La leggenda narra che il ponte fu costruito da un giovane pastore nel XII secolo dopo un’apparizione divina che lo incaricava di costruire un ponte che attraversasse il fiume Rodano.

Ponte Saint Bènèzet

Le arcate del ponte sono state parzialmente sommerse nel tempo o crollate dopo le alluvioni. Resta il fatto che il panorama della città che si gode attraversando questo ponte è davvero unico. Il Ponte è Patrimonio Unesco insieme al Palazzo dei Papi e ha ispirato anche la canzone popolare “Sur le Pont d’Avignon“.

Una gita in battello

Noi non l’abbiamo fatta, ma tutte le guide tra cui la nostra Lonely Planet consigliano di prendere la navetta fluviale gratuita che collega la riva destra del fiume con Ille de la Barthlasse (riva sinistra del fiume) per fare una passeggiata ammirando Avignone dalla riva opposta.

Ille de la Barthlasse

Per maggiori informazioni date un’occhiata al sito della navetta fluviale. Oltre a questa minigita che può essere divertente per i bimbi, ci sono anche altre compagnie che organizzano escurisioni in battello sul Rodano, come ad esempio Les Grands Bateaux de Provence che offre anche minicrociere da 2 h.

Vista su Avignone

Una passeggiata nella città vecchia

Avignone è fatta di stretti vicoli e le piazzette accoglienti, ideali per passeggiare e scoprire negozi, ristoranti e caffè di questa città universitaria molto viva. Nel periodo estivo troverete una marea di trenini che viaggiano per la città portando i turisti in un tour che varia dai 45 minuti all’ora e 45 minuti. Qui tutte le informazioni su prezzi e orari.

Centro di Avignone

Noi l’abbiamo attraversata durante le ore più calde della giornata e, anche se questo non è stato un agosto troppo torrido, abbiamo cercato ristoro in uno dei ristoranti del posto, il Chez Lisette, che ha un bel dehor esterno. Abbiamo preso un piatto di formaggio cabernet con verdure e la fougasse (focaccia) con pomodorini e carciofi. Il tutto annaffiato da una bella birra fresca.

La città ospita anche un famoso evento teatrale, il Festival di Avignone, che dura circa 20 giorni a luglio e si svolge all’interno del cortile del Palazzo dei Papi. Per maggiori informazioni clicca qui.

Dopo Avignone potreteste considerare una delle tappe del nostro itinerario oppure dirigervi direttamente nella bellissima Aix-en-Provence, sicuramente la città più bella che abbiamo visto in Provenza.

Vuoi condividere l'articolo?

Ti potrebbe piacere: