Siviglia è stata la prima tappa del nostro viaggio di nozze in Andalusia. Ci siamo stati a fine ottobre, un periodo ideale per godersi la città dal clima molto gradevole. Siviglia è molto adatta ai bambini e ci ha rapiti letteralmente con la sua atmosfera rilassata, la sua allegria, le sue piazze, le chiese e i bar. Per me è stato un po’ come vivere un dejavù: un po’ Fez, un po’ Antigua Guatemala, un po’ La Havana. Il capoluogo andaluso mi è parso come la sintesi perfetta tra le varie culture ed epoche che hanno permeato la storia di questa città. In questo articolo troverete idee utili su cosa fare a Siviglia in tre giorni con bambini.

Qui si sono alternate e hanno convissuto (anche) pacificamente grandi civiltà come i mori, i romani e l’impero spagnolo dei Re Cattolici. La diversità di stili si respira ovunque e ciò che rende Siviglia ancora più affascinante sono le distese di alberi d’arancio piantati lungo le strade e nei cortili dei palazzi. I bimbi resteranno affascinati dalla quantità di arance che troveranno a terra, piovute dai generosi aranceti.

Come arrivare a Siviglia

Noi abbiamo preso un volo Ryanair da Bologna a Siviglia, durata del viaggio circa 2 ore e 40 minuti. Ci sono anche altre compagnie che viaggiano dall’Italia. L’aeroporto si trova a circa 20 minuti di auto dal centro cittadino. Noi abbiamo preso un transfer dall’aeroporto, ma i taxi costano molto poco. In alternativa ci sono anche gli autobus che per pochi euro portano alla stazione Santa Justa o in centro. Qui le informazioni

Cosa fare a Siviglia in tre giorni con bambini

In tre giorni a Siviglia trascorrete la maggior parte del vostro tempo a piedi, attraversando i vicoli piastrellati e lontani dal traffico su cui i bambini potranno camminare liberi, senza pericoli.

Vitto in strada a Siviglia

Il centro di Siviglia e l’Alcazar

A Siviglia non ci si perde, anche senza mappa. Il centro è abbastanza piccolo e le principali attrazioni sono raggiungibili a piedi. Passate per la famosa Cattedrale, il più grande edificio gotico esistente al mondo che precedentemente era una moschea e, se potete, salite su La Giralda, il campanile che ha sostituito il vecchio minareto. Dentro alla cattedrale c’è anche la tomba di Cristoforo Colombo.

cattedrale di siviglia
Cattedrale di Siviglia

L’entrata è a pagamento, come in tutte le cattedrali andaluse. A me non fa impazzire pagare per visitare le chiese, quindi, avendo i bambini e dunque tempi scarsi, abbiamo fatto una selezione di quello che ci saremmo potuti godere di più. Abbiamo optato per l’Alcazar, il palazzo Reale, che si trova proprio a due passi dalla Cattedrale. Si tratta di un’attrazione da non perdere a Siviglia e la visita va prenotata con largo anticipo.

tre giorni a siviglia con bambini - alcazar
Davanti all’Alcazar

Garantisco che rimarrete affascinati dalle stanze e dai giardini di questo palazzo che ha oltre 1000 anni di storia. Prendetevi qualche ora, fate un tour guidato o ascoltate la storia noleggiando l’audioguida . Anche i bambini si divertiranno a correre per i giardini e a raccogliere le arance cadute dai numerosi aranceti. C’è gente, ma in ottobre è tutto più vivibile.

Palazzo Reale, soffitti

Dopo il Palazzo e ai famosi vicoli del Barrio de Santa Cruz, l’angolo di Siviglia che abbiamo amato di più, è la Plaza del Salvador, che si trovava a tre minuti a piedi dal nostro appartamento. La piazza è dominata dall’omonima chiesa barocca, un tempo moschea, ed è un tripudio di colori e musica.

Iglesia del Salvador nell’omonima piazza

In pratica un luogo che trasmette serenità. Grazie alle temperature ancora molto piacevoli ci siamo gustati più volte un calice di vino accompagnato dalle famose famose tapas in uno dei locali della piazza.

I mercati di Siviglia

Mettete nel vostro tour anche una visita a due mercati della città, il Mercado de Encarnacion che si trova all’interno dell’edificio La Setas, la struttura in legno a forma di fungo datata 2011, e il più antico Mercado de Triana, che si trova sull’altra sponda del fiume Guadalquivir. Su La Setas potreste anche salire per godervi una passeggiata panoramica su 250 metri di passerelle: il biglietto costa però 15 euro.

Las Setas
Mercado de Triana

Sul primo piano de La Setas, oltre all’instaggrammabile foto di rito sul pannello con scritto Andalusia, c’è un piccolo parco giochi in legno che intratterrà volentieri i vostri bambini per un po’.

Questi sono quelli che abbiamo visitato noi ma ci sono anche altri mercati a Siviglia.

Considerare che, anche se il costo della vita in Andalusia non è alto, le attrazioni principali sono sempre a pagamento. Lo è anche la Plaza de Toros, la più antica arena della Spagna, dalla inconfondibile forma ovale e la facciata in stile barocco color bianco e ocra. Per visitarla il prezzo del biglietto è di circa 25 euro e da Pasqua a ottobre si possono vedere anche le corride. Vicino all’arena troverete anche la Torre dell’Oro, uno dei simboli della città, anch’essa visitabile.

plaza del toros
Plaza del Toros

Il flamenco

Mettete in agenda anche uno spettacolo di Flamenco, il ballo accompagnato da canto e musica più famoso della Spagna. Il flamenco è nato proprio in Andalusia alla fine del Settecento come sfogo emozionale della minoranza gitana presente nella regione. Le sale di Flamenco, i Tablao, sono ovunque in questa città e propongono uno o più spettacoli tutte le sere.

Una delle case de Flamenco a Siviglia

Per assistere al flamenco, abbiamo scelto il Teatro di Siviglia, situato a pochi passi dal nostro appartamento. Lo spettacolo dura 1 h e ai bambini piccoli viene riservata la prima fila. Prezzo 25 euro per adulti, bambini gratis sotto i sei anni. Non perdetevelo, anche i bambini lo apprezzeranno.

flamenco, teatro di siviglia
Flamenco a Teatro di Siviglia

Dove mangiare a Silviglia

Dove mangiare a Siviglia? C’è l’imbarazzo della scelta. I tipici bar spagnoli che offrono tapas e calici di vino e birra a poco prezzo sono ovunque.

Fermatevi a pranzo o a cena, si sta benissimo all’aperto in questa stagione. Provate le olivas, hamon e formaggi. Prezzo medio di una tapa: 3 euro. Noi abbiamo amato i locali di Plaza San Salvador: La Alcalicantina, per esempio, è davvero un bel locale che ha un dehor esterno sulla piazza chiusa al traffico e gremita di gente a tutte le ore.

A Siviglia c’è un’attrazione per bambini che noi abbiamo deciso di evitare perchè avevamo visto quello di Cattolica quest’estate: l’Acquario

Dove dormire a Siviglia

Con i bambini scegliamo sempre di soggiornare in appartamenti comodi per gli spostamenti. In questo caso abbiamo soggiornato presso Apartamentos Cuna 41 che si trova in una zona centralissima. Cuna è la via che si affaccia sulla bellissima Plaza San Salvador ed è ricca di negozi, soprattutto di abiti da sposi. Il che ci ha fatto sorridere dato che eravamo in viaggio di nozze. L’appartamento è un po’ trasandato, dal look peggiore rispetto a quello che vantano le foto su Booking.. ci siamo persi la terrazza panoramica che avrebbe alzato la quotazione, ma questa è colpa nostra. Comunque lo consiglio per l’eccezionale comodità, sicuramente se viaggiate senz’auto.

Vuoi condividere l'articolo?

Ti potrebbe piacere: