Attenzione, questo non è il solito post del turista in vacanza ma la città vista con gli occhi di una riminese, con bimbo a seguito. Tutte esperienze che abbiamo vissuto anche quest’estate dato che abbiamo trascorso tanto tempo in città, non potendo viaggiare.

Rimini è la vera località turistica davvero a misura di bambino. Ed è unica al mondo! Lo sapevate che il primo stabilimento balneare è nato qui nel 1873? Eh sì, avete capito bene!!

In estrema sintesi, se avete qualche giorno di vacanza in questa bellissima località, che cosa non potete perdere? Ho fatto una lista di cose da fare in estate e non solo.

1. Godetevi la spiaggia infinita.

La costa riminese è lunga 16,2 km e conta 155 stabilimenti balneari e 3 spiagge libere. Perché così poche spiagge libere vi chiederete? Perché a Rimini è molto più conveniente godersi i servizi degli stabilimenti o “Bagni”, come li chiamiamo noi locali, piuttosto che scegliere una spiaggia libera. Ombrellone e 2 lettini anche a 12-15 euro al giorno, con acqua calda, servizi e docce sempre a disposizione. I bagnini, i titolari degli stabilimenti, sono un’istituzione nazionale.. molti di loro si ingegnano ogni anno per aggiungere nuovi servizi.

Per i bambini troverete in spiaggia i giochi migliori e più divertenti che in qualsiasi altro parco su erba. Gonfiabili, piscine idromassaggio (anche a misura di bimbi), aree attrezzate con servizi baby sitting, biblioteche all’aperto e palestre open air. E poi, c’è sempre un bar nei pressi dei giochi, quindi volendo ci si può anche permettere di bere uno spritz tenendo d’occhio il pupo. La spiaggia è un luogo di socializzazione per bimbi e genitori. Certo il mare, lo sappiamo, non è limpido come al sud, ma una volta provati i servizi di queste zone, difficilmente troverete qualcosa di simile altrove. Prima di arrivare a Rimini quindi scegliete la spiaggia più comoda al vostro alloggio e considerate che dal porto canale fino al bagno 28 (piazzale Kennedy), siete nella zona più centrale e “ricca” di attrazioni.

2. Prendete un gelato alla domus di un chirurgo romano.

Eh si perché a Rimini potrete gustare i migliori gelati della Riviera e spesso in location davvero particolari. E’ il caso de la Gelateria Romana, un’istituzione, tanto quanto lo sono i bagnini. Esiste dal 1947 e si trova in Piazza Ferrari, di fronte a uno dei più recenti monumenti storici inaugurati in città: la Domus del Chirurgo di età romana. Il loro gelato ha fatto il giro del mondo ed oggi è diventato addirittura un franchising: ci sono circa 40 gelaterie “La Romana” nel mondo. E quindi gustare un gelato facendo un tour delle vetrine della Domus è davvero un must. Se siete fortunati e capitate di mercoledì o la prima domenica di ogni mese, l’ingresso è gratuito! La Piazza è a misura di bimbo: spaziosa, pavimento piano (ottimo per il monopattino o la bici), giochi in diversi punti.

3. I mercatini del mercoledì e venerdì sera.

Pochi turisti lo sanno! A Rimini in estate, ogni mercoledì e venerdì sera ci sono due bellissimi mercatini in Piazza Cavour. Il primo dà la possibilità, ai bambini che ne chiedono specifica autorizzazione al Comune, di vendere i propri giocattoli inutilizzati, sia per dargli nuova vita che per racimolare qualche soldino. Il secondo è quello dell’antiquariato, dove potete trovare libri e vestiti usati, oggettistica da collezione come monete, francobolli, cartoline…E’ un peccato venire a Rimini e frequentare solo la zona della spiaggia. Il centro storico è un gioiello di età romana: il Corso d’Augusto con il famoso Arco del 27 a.C., il Ponte di Tiberio del 14 d.C., che da qualche anno è stato meravigliosamente restaurato e chiuso al traffico, e le vie del centro sono un’attrazione per residenti e turisti. La città in estate è magica e il mercoledì e il venerdì sono due ottime serate per decidere di portare la famiglia a spasso in centro.

4. Dal Palacongressi, al mare, passando dal centro, in bicicletta.

Un percorso all’interno di un parco attraversa la città e collega in poco più di 2 km, il Palacongressi di Rimini, con l’Arco d’Augusto (l’ingresso al centro storico) e con il mare, fino a Piazzale Kennedy. Un percorso da fare a piedi o in bicicletta senza attraversamenti pedonali e quindi sicurissimo per i bambini. Assicuratevi che il vostro hotel disponga di biciclette o noleggiatele, perché a Rimini si va in bici. E le piste ciclabili vi aiuteranno sempre a raggiungere la vostra meta. Inoltre, attraversando il parco, troverete diverse zone attrezzate con i giochi per i bimbi, anche piccolissimi. Se dovessi scegliere un hotel a Rimini lo cercherei nei pressi del parco, che ha diversi nomi a seconda del tratto di strada (Parco Fabbri, Parco Alcide Cervi, Parco Olga Bondi).

5. Una passeggiata al Borgo San Giuliano

Il vecchio borgo dei pescatori, che si trova dall’altro versante del Ponte di Tiberio e a pochi passi dal centro storico, vale certamente una delle vostre serate in città. Il borgo è colorato, ricco di case basse le cui pareti sono affrescate con scene felliniane. Pieno di locali, alcuni tra i più buoni della città. Un’atmosfera unica, molto bohemien. Ogni due anni, il primo week end di settembre, l’Associazione La Società de Borg organizza una bellissima festa e altre iniziative nel borgo, assolutamente da non perdere.

6. Ogni sera una piadina diversa.

La “pida” e i famosi cassoni sono la tipicità culinaria più gustosa della riviera romagnola e piacciono tantissimo ai bambini. Spettacolari nella loro semplicità, è possibile trovare piadinerie quasi in ogni angolo della città. Per trovare le migliori, potere consultare questi due video del canale Joy’n Rimini (la guida onesta di Rimini), in cui Luca ci accompagna in diversi tour per le più famose piadinerie della città. Il bello della piada d’estate è che si può prendere da asporto e sedersi in uno dei tavoli che sempre sono a disposizione per i turisti all’interno degli stabilimenti

Qual è la miglior piadina di Rimini, Marina Centro – Canale Joy’n Rimini

7. Scegliete un parco dei divertimenti nella zona

Quest’anno, dato che il nostro bambino è ancora piccolo, abbiamo scelto Italia in Miniatura che si trova sulla statale Rimini-Ravenna, altezza Viserba. E’ un parco tematico storico in cui sono riprodotte le miniature dei principali monumenti delle città italiane ed è pensato a forma di stivale, per ricalcare la geografia della penisola. Per i genitori è anche un’ottima occasione di svago “culturale” anche se nel parco ci sono diverse attrazioni per i più piccoli, come in tutti i parchi dei divertimenti. Ma con bimbi un pò più grandi, la scelta è vastissima. Da Fiabilandia a Oltremare, passando per Acquafan e Mirabiliandia. Ci sono attrazioni per tutti i gusti, se avete tempo e diversi giorni in città, c’è solo l’imbarazzo della scelta e il divertimento è sempre assicurato.

L’Emilia Romagna è vasta e ricchissima di cose da esplorare. Qui trovate un’idea per un week end alternativo sui colli piacentini (adatto a tutte le stagioni) Week end tra i borghi più belli dell’Emilia Romagna.

Se vi è piaciuto l’articolo condividetelo s

Vuoi condividere l'articolo?

Ti potrebbe piacere: